Sant'Agata Bolognese

Bracciante ferisce imprenditore agricolo

Raccoglieva aglio, l'oro bianco di Voghiera, nel Ferrarese, dove il prodotto è Dop. Ma non gli è stato rinnovato il contratto, così ha chiesto spiegazioni al datore di lavoro, in una discussione violenta conclusa con quattro fendenti al torace dell'imprenditore, usando forbici agricole. E' finita in questo modo la lite fra Muhammad Arshad, pakistano di 53 anni, e uno dei responsabili dell'azienda agricola Le Aie: l'operaio è finito in carcere per tentato omicidio, l'imprenditore è ricoverato all'ospedale di Cona, ma non è in pericolo di vita. Ha ferite e una prognosi di 20 giorni. Verso le 10.30, spiegano i Carabinieri di Portomaggiore e Voghiera, Arshad si è presentato all'azienda di cui era già stato dipendente a tempo determinato per discutere il mancato rinnovo del contratto. L'acuminata forbice da potatura l'ha trovata lì. Dopo è stato bloccato da alcuni suoi connazionali, dipendenti dell'azienda, attirati dalle urla del ferito, poi accompagnato da un socio al pronto soccorso.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie